Skip to content
Università degli Studi di Padova

PHAIDRA – Digital collections



Da Pozzo, Giovanni

Previous object in collection Back to collection '' Next object in collection
Object preview

Da Pozzo, Giovanni

Description

Giovanni Da Pozzo (Mestre, VE 1929 – 2006). Nato a Mestre, si laureò nel 1954 a Padova (primo laureando di V. Branca, su T. Tasso), dove, a Magistero, fu assistente straordinario di Letteratura italiana dal 1960 e di Storia della grammatica e della lingua italiana dal 1969 al 1971, quando, ottenuta la libera docenza, prese l’insegnamento di Lingua e letteratura italiana, tenendo corsi anche a Verona. Straordinario dal 1981 e ordinario dal 1984, passò a Lettere nel 1996 fino alla pensione (2001), insegnando come visiting professor anche ad Harvard, Berkeley e alla California University.
Prolifico autore giovanile di recensioni per «Lettere Italiane» e schede per «Belfagor» (al cui fondatore, Luigi Russo, dedicherà una monografia, vincendo l’omonimo premio nel 1976), ed editore critico di testi di due illustri concittadini, F. Algarotti e P. Sarpi, e d’un veneziano d’elezione come U. Foscolo, di cui curerà gli “Studi su Dante” (I, 1979) per l’Edizione nazionale, Da Pozzo ha un posto rilevante negli studi su Tasso, per la pubblicazione di rassegne, inediti (1958), numerosi articoli (che gli valsero per due volte l’omonimo premio, nel 1962 e nel 1971), una monografia sull’“Aminta” e uno dei suoi due corposi capitoli nei tre tomi del “Cinquecento” Piccin-Vallardi (2007), alla cui importantissima direzione destinò molti anni di lavoro. Autore di saggi anche su G. Bruno, G. Parini, V. Alfieri, G. Leopardi e A. Boito, nel 2004 fu dedicatario di una miscellanea di studi in suo onore.
Per i suoi corsi (che tenne, tra l’altro, sulla commedia cinquecentesca, C. Goldoni, Foscolo, G. Verga e L. Pirandello) preparava all'inizio dell'anno il testo completo scritto e scandito per ciascuna lezione.

Tra le sue opere: le edizioni critiche dei “Saggi” di Algarotti (1963) e degli “Scritti scelti” di Sarpi (1968), gli articoli “Un codice magontino della ‘Befreite Jerusalem’ e la fortuna del Tasso nella Germania romantica” e “Il primo canto della ‘Liberata’” («Studi tassiani», XII (1962), pp. 5-29 e XXII (1972), pp. 5-67), e le monografie “La prosa di Luigi Russo” (1975) e “L’ambigua armonia. Studio sull’ ‘Aminta’ del Tasso” (1983).

[Attilio Motta]

Fonti bibliografiche:
“Bibliografia degli scritti di Giovanni da Pozzo”, a cura di D. Rasi, in “Miscellanea di studi in onore di Giovanni da Pozzo”, Roma 2004, pp. 773-784; G. Baldassarri, D. Isella, “Giovanni Da Pozzo”, «Studi tassiani», 55 (2007), pp. 7-14; D. Della Terza, “Giovanni Da Pozzo con una lettera di Gianfranco Contini e una Nota”, «Belfagor», vol. 62/4 (2007), pp. 419-430.


People


Capovilla, Jasmine (Editor)
Rampazzo, Chiara (Editor)
Motta, Attilio (Scientific advisor)
Centro per la Storia dell’Università di Padova (Scientific advisor)

Format


image/jpeg (301.42 kB)
photograph

Subject


• DiSLLipedia, Da Pozzo, Letteratura Italiana, Lingua e letteratura italiana, Storia della grammatica e della lingua italiana

Rights:

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons CC BY 4.0 License.