Salta ai contenuti
Università degli Studi di Padova

PHAIDRA – Collezioni digitali



Cerca

 De humani corporis fabrica libri septem di Andrea Vesalio (1543)


 De humani corporis fabrica libri septem di Andrea Vesalio (1543)

Video, a cura di Laura Tallandini e Maurizio Rippa Bonati, sottotitolato in inglese. Partendo dall'esemplare dell'opera conservato presso la Biblioteca medica 'V. Pinali' antica, M. Rippa Bonati propone una riflessione sulla figura di Andrea Vesalio e sul ruolo propulsore del medico fiammingo, dopo la sua venuta a Padova, per una rinnovata e moderna concezione della ricerca sul corpo umano, sul ruolo delle immagini nella comunicazione e trasmissione della conoscenza anatomica e sul fondamentale contributo della scuola artistica veneziana. La Fabrica di Andrea Vesalio ha numerosissimi meriti che ne fanno uno dei libri più ammirati di tutti i tempi ed è considerato una delle massime espressioni di bellezza artistica e di validità scientifica. Dedicata ad un pubblico selezionato – e pertanto necessariamente costosa – ebbe una versione ridotta – l’Epitome – capace di soddisfare in un numero contenuto di pagine di grandi dimensioni le necessità didattiche più esigenti dell’epoca.
Così, accanto ad una iconografia esteticamente e anatomicamente efficacissima, Vesalio decise di venire incontro alle aspettative degli studenti inserendo nell’opera maggiore, e nella sua versione ridotta, riproduzioni di organi da ritagliare e da incollare su una immagine schematica del corpo umano. Queste tavole a fogli sovrapposti consentirono la realizzazione di vere e proprie “autopsie virtuali”, mostrando in maniera semplice e immediata le dimensioni e i rapporti dei diversi organi.
Tavole analoghe erano già comparse qualche anno prima dell’edizione della Fabrica, ma solo sotto forma di fogli sciolti e non inseriti in una autorevole opera anatomica, composta da un docente di una prestigiosa Università qual era quella di Padova.
L’utilizzo di quelle che vengono definite “tavole animate” ebbe larga fortuna, soprattutto nell’Ottocento, ed è tuttora ampiamente utilizzato per un primo approccio alla conoscenza del corpo umano.

Persone
Biblioteca Medica "V. Pinali" Antica (Autore)
Centro di Ateneo per le Biblioteche (Autore)
Centro Multimediale E-Learning di Ateneo (Autore)
Rippa Bonati, Maurizio (Consulente scientifico)
Tallandini, Laura (Consulente scientifico)

Data: 2015

Luogo/Tempo
1540-1600

Formato
video/mp4 (65.50 MB PT7M10S)

Soggetto
• De humani corporis fabrica 1543, Andrea Vesalio, Andreas Vesalius (1514-1564), Anatomia artistica, Immagini anatomiche, Storia dell'illustrazione anatomica, libri con parti mobili, Maurizio Rippa Bonati, Laura Tallandini,

Lingua: Italiano, Inglese

Diritti: © Tutti i diritti riservati