Salta ai contenuti
Università degli Studi di Padova

PHAIDRA – Collezioni digitali



Cerca

Il Settecento a Padova

o:72011. Bicchieri di Tantalo

Percorso attraverso tre musei dell’ateneo patavino alla scoperta delle raccolte di Antonio Vallisneri e Giovanni Poleni.

A Padova, la scienza conobbe nel XVIII secolo un periodo di ricco fermento, segnato da personaggi quali Antonio Vallisneri e Giovanni Poleni.

Il primo, medico e naturalista, riunì fra la fine del Seicento e i primi decenni del Settecento una collezione che, nell’eclettismo tipico del periodo, costituiva di per sé un prezioso strumento di studio e di ricerca. La sua raccolta, che comprendeva reperti naturalistici, preparati anatomici, strumenti medici e scientifici, antiquaria ed exotica, venne donata dal figlio all’Università di Padova nel 1733.

Altro personaggio eclettico, Giovanni Poleni occupò diverse cattedre presso l’ateneo patavino, diventando nel 1739 il primo professore di filosofia sperimentale. Per il nuovo insegnamento, creò una raccolta di strumenti scientifici di circa quattrocento pezzi che utilizzò anche per le proprie ricerche.

Attraverso gli oggetti vallisneriani e poleniani tuttora conservati presso l’Università di Padova, il presente percorso propone un viaggio al cuore del settecento patavino, un itinerario che si dipana fra arte, archeologia, storia naturale e fisica.

Sottocollezioni
Antonio Vallisneri e le Antichità
Antonio Vallisneri e le Scienze della Terra
Il Gabinetto di Fisica di Giovanni Poleni

Sfoglia collezione »

Tutte le collezioni »